Mappe e recapiti | Lavora con noi

Tendenze cocktail 2018: tutto ciò che c’è da sapere per creare un cocktail di successo

Tendenze cocktail 2018: tutto ciò che c’è da sapere per creare un cocktail di successo

L’anno nuovo è appena iniziato e come ogni nuovo inizio ci prepariamo a scoprire quali saranno le nuove tendenze, dal come vestirsi a film e serie tv da non perdersi.

Anche nel campo dei cocktail ci sono delle nuove tendenze che spopoleranno nel 2018, individuate durante la Diageo Reserve World Class, vediamo quali sono:

Sustainable Serve: ovvero cocktail sostenibili. Recentemente è stato condotto un sondaggio dal quale è emerso che i consumatori avrebbero una propensione a pagare un sovrapprezzo del 10% se il bene viene prodotto con metodi eco sostenibili e nel rispetto della responsabilità sociale. Intraprendere la strada dell’eco sostenibilità può rappresentare un punto di forza, soprattutto negli affari in quanto si ha la possibilità di tagliare gli sprechi di circa il 75% e prendersi cura dell’ambiente.

Già da alcuni anni i consumatori hanno preso consapevolezza sul peso delle loro scelte, soprattutto per quanto riguarda la salute e l’ambiente, per questo si informano sempre di più sui metodi di produzione dei beni che andranno ad acquistare. Su questa via, se i barman si adeguano adottando questo approccio ‘green’, sarà un mestiere destinato a fiorire.

Signature Serves: cocktail ideati dai locali stessi per dare notorietà al proprio locale. Oggi i consumatori sono sempre più propensi a spendere il proprio denaro più per le esperienze che per i prodotti, per questo creare cocktail experience è fondamentale per i bartender più talentuosi che vorranno ottenere successo nel 2018.

Culinary Cocktails: ovvero l’incontro di cibo e mixology. Il mixology è già di per sé una forma di arte che crea miscele speciali ma se a questa tecnica viene associato il cibo, allora si ottiene un connubio perfetto.

In precedenza si è già tentato di creare il giusto legame tra cibo e cocktail ma non sempre i risultati sono stati dei migliori; questo nuovo anno allora rappresenta la volta buona per sperimentare nuove combinazioni soprattutto dopo il maggiore interesse verso la cucina che sta prendendo piede negli ultimi anni.

Cocktails at Home: secondo alcuni studi, circa il 73% dei giovani preferisce gustare i drink per occasioni speciali ma a casa. Questo rappresenta un nuovo modo per avvicinarsi alla mixologia sperimentando tra le mura domestiche con i vari ingredienti che ci sono nelle cucine e impressionando parenti e amici.

Un ultimo punto da tenere in considerazione è il fatto che ormai 9 giovani su 10, quando escono la sera preferiscono consumare un cocktail e, ora che anche America e Medio Oriente sono entrati a far parte dei 50 bar migliori del mondo, la possibilità di sperimentare e assaporare nuovi e originali cocktail è ampia creando sempre nuovi trend che miscelano differenti tecniche e culture e ispirando i bar tender di tutto il mondo.

Leave a Comment