Mappe e recapiti | Lavora con noi

Quali sono i cocktail a base di tequila?

Quali sono i cocktail a base di tequila?

La tequila è uno dei liquori che si può consumare secco ma si presta benissimo anche alla preparazione di drink più articolati: scopriamo quali sono i cocktail a base di tequila da conoscere e imparare a preparare.

Tequila Bum Bum
Il metodo più classico per consumare la tequila è sicuramente il cosiddetto Tequila Bum Bum. Il distillato si miscela a 1/3 di acqua tonica e di beve tutto d’un fiato, eventualmente con l’accompagnamento di un pizzico di sale e di succo di lime pronti sul palmo della mano.

Margarita
Tra i cockatil a base di tequila più famosi c’è il Margarita, inventato negli anni Quaranta ma sempre molto popolare. Si aggiunge Triple Sec, succo di limone o lime fresco. Moltissime sono le varianti che prevedono anche l’aggiunta di fragola, pesca, mirtillo o banana.

Tequila Sunrise
Le varianti del Tequila Sunrise sono moltissime ma l’originale si prepara con succo d’arancia e granatina. Ha un sapore amarognolo ma sa essere anche molto dissetante grazie all’aroma fruttato.

Long Island Iced Tea
Non c’è neanche il tè freddo in questo cockatil alla tequila, il suo nome deriva dal fatto che il sapore somiglia un po’ a quello del tè. Non lasciatevi ingannare, è un superalcolico. Si prepara con tequila, gin, vodka, Triple Sec o Cointreau, rum bianco, una spruzzata di cola, sciroppo di zucchero e succo di limone.

Frostbite
Più insolito e meno conosciuto, ma particolarissimo nel suo colore azzurro, il Frostbite è a base di tequila con l’aggiunta di panna e crema di cacao e un tocco di blue curacao che gli dà la caratteristica sfumatura.

Vampiro
Il suo nome lascia già intendere che il suo colore sarà il rosso. Anche il gusto è molto insolito. Si prepara con peperoncino, una fettina di cipolla finemente tritata, un cucchiaino di miele, succhi di arancia, lime e pomodoro e un pizzico di sale. Oltre alla tequila che ne è la base, naturalmente.

Leave a Comment