Mappe e recapiti | Lavora con noi

Il bicchiere: l’elemento base di un drink

Il bicchiere: l’elemento base di un drink

Gli elementi base per la preparazione di un buon drink sono sicuramente, oltre che gli studi e la preparazione alle spalle, anche la strumentazione e gli accessori utili, gli alcolici e tutti gli altri ingredienti da miscelare tra loro; ma uno strumento che da un tocco in più e rende apprezzabile la bevanda è sicuramente il bicchiere.

Di cocktail ne esistono diversi tipi e, in base ad essi, ovviamente esiste un bicchiere adatto per contenerli. In genere i bicchieri possono essere di diverse dimensioni e forme e ognuno si adatta per contenere diversi drink.

A ogni cocktail il suo bicchiere

Il classico bicchiere da cocktail è sicuramente la coppa a forma di ‘V’ chiamata Coppa da Cocktail oppure Coppa Martini, dal celebre drink per cui viene spesso utilizzata.

Essa è dotata di un lungo stelo per evitare di essere presa direttamente dalla coppa e riscaldare la bevanda. In genere viene utilizzata per servire gli short drink che non necessitano di cubetti di ghiaccio. Di questa coppa ne esistono diverse dimensioni, forme e materiali in base alle esigenze del barman.

Il Tumbler medio è un bicchiere che viene utilizzato spesso nella preparazione di long drink. Perfetto per servire cocktail come il Mojito e la Caipirinha o anche per quelli che contengono spremute di frutta.

Del tumbler ne esistono anche altre versioni come una più grande, anche chiamata Highball che si presta per servire liquori doppi come il Whisky, e viene generalmente usato per servire il Cuba Libre e Gin Tonic. Il Tumbler basso anche detto Old Fashioned è il più conosciuto e utilizzato, dalla forma classica perfetta per degustare liquori e distillati serviti con cubetti di ghiaccio e per questo motivo viene anche chiamato Rocks Glass.

Il Flute è il classico calice che spesso viete utilizzato per degustare spumante o prosecco, adatto per servire le bevande con le bollicine che le risalta con la sua forma morbida ed elegante.

Vi è poi il classico bicchiere da degustazione utilizzato per assaporare e sentire gli aromi della bevanda che si sta degustando. Perfetto per servire  vini e liquori, mentre viene escluso per servire i cocktail.

Un altro bicchiere a forma di calice è il Copita o Goblet, che viene utilizzato per servire Sherry e Marsala.

Un bicchiere che in passato veniva usato molto è il Ballon, oggi è ormai caduto in disuso per la preparazione di cocktail; ma viene comunque utilizzato per degustare Cognac e Brandy.

La Coppa Chamapagne viene utilizzata per servire l’omonima bevanda o per preparare drink come lo Sparkling o quelli che contengono diversi frutti all’interno.

La Coppa Asti è perfetta per degustare diversi tipi di spumante, dai più dolci a quelli aromatici, anche se negli Stati Uniti è utilizzata per servire diversi cocktail.

Il Bicchiere Punch viene utilizzato per servire l’omonima bevanda o per degustare i drink caldi.

Questi sono i bicchieri utilizzati per preparare e degustare i drink di ogni lunghezza e gusto, perfetti per creare delle vere e proprie opere da gustare da soli e in compagnia.

Leave a Comment